LA NANOTECNOLOGIA FOTOCATALITICA

La nanotecnologia fotocatalitica utilizza l’energia della luce trasformandola in un potente effetto purificante e antimicrobico.

Immaginate un piatto incandescente portato ad una temperatura di alcune migliaia di gradi. Se un piccolo pezzo di materiale organico venisse a contatto con esso, questo si trasformerebbe immediatamente nei suoi componenti di base in stato aeriforme e nulla rimarrebbe depositato sul piatto. In modo analogo i rivestimenti FN NANO® si comportano esattamente come la superficie del piatto, ma senza la necessità di raggiungere altissime temperature. Questa capacità è prodotta dai cristalli microscopici di biossido di titanio (TiO2) irradiati dalla luce UV-A, creando così il fenomeno fisico chiamato fotocatalisi.

La fotocatalisi fa parte dei fotoprocessi che sono una parte naturale della nostra vita e della natura che ci circonda. L’energia della luce che colpisce i microcristalli dei semiconduttori di TiO2 crea sulla loro superficie elettroni liberi e buchi elettronici, il cui effetto, in combinazione con l’ossigeno, decompone le molecole di sostanze organiche in molecole di anidride carbonica e molecole di acqua. La tecnologia FN NANO® utilizza le proprietà dei nanomateriali che sfruttano la notevole superficie dei microscopici cristalli di TiO2, con dimensioni inferiori a 100 nanometri (nm), e i fenomeni fisici che si verificano a livello atomico e subatomico. Ecco perché parliamo di nanotecnologia.

L’elevata efficienza dei rivestimenti FN NANO® si basa sull’uso di un legante speciale che rende maggiormente accessibile la superficie dei nanocristalli di TiO2 all’aria in modo da massimizzarne l’efficacia e soddisfare la loro proprietà di effetto autopulente, anche su prodotto pigmentato.

L’effetto fotocatalitico della superficie generata dai rivestimenti FN NANO® si avvicina all’efficacia assoluta del fotocatalizzatore puro.

Proprietà ed efficacia dei rivestimenti funzionali FN NANO® sono stati confermati da una serie di studi condotti dall’Accademia delle Scienze della Repubblica Ceca, dall’Università di Tecnologia Chimica di Praga, dalla scuola mineraria di Ostrava e da altre organizzazioni di ricerca nella Repubblica Ceca e all’Estero.

I Rivestimenti FN NANO® risultano conformi a tutti i requisiti legislativi Europei applicabili per l’edilizia e per l’igiene.

INFORMAZIONI PIÙ DETTAGLIATE SUL FUNZIONAMENTO E SUL PROCESSO DI FOTOCATALISI

L’elemento funzionale di base della tecnologia dei rivestimenti FN NANO® sono i nanocristalli fotocatalitici in combinazione con la luce e l’ossigeno presente in atmosfera.

I cristalli sono legati e saldamente ancorati alla superficie di un rivestimento asciutto con struttura porosa microscopica.

1m2 della superficie rivestita con tecnologia funzionale FN NANO® contiene circa 500 m2 di area utilizzabile di nanocristalli fotocatalitici.

I nanocristalli di TiO2 sono dei semiconduttori che trasformano l’energia luminosa in una forza elettrochimica in grado di pulire efficacemente aria, acqua e suolo, prevenendo l’accumulo di microrganismi e garantendo l’autopulizia delle superfici. Questo effetto è un effetto semiconduttore chiamato fotocatalisi.

PROCESSO DI FOTOCATALISI

L’energia della componente ultravioletta della luce viene convertita in un effetto fotocalitico, che agisce solo sulla superficie del cristallo. Con questo effetto, il fotocalita (TiO2) assorbe quasi completamente l’energia luminosa della radiazione ultravioletta. Sulla superficie del fotocatalita si ha così un forte effetto ossidante causato dalla presenza di elettroni liberi e buchi di elettroni. L’interazione diretta di elettroni e buchi di elettroni con i legami delle molecole presenti nell’ambiente decompone in modo molto efficace un’ampia gamma di molecole organiche, tra cui impurità (fuliggine, sporcizia, olio, particelle) e odori. Tale effetto è eccellente contro la presenza e la crescita di microorganismi (batteri, virus, alghe, muffe e funghi).

Questo risultato è inesauribile perché il biossido di titanio partecipa alla reazione fotocalalitica solo come catalizzatore e non viene consumato. Gli effetti descritti sono quindi di lunga durata.